Implantologia

L’implantologia dentale è quell’insieme di tecniche chirurgiche che hanno lo scopo di riabilitare funzionalmente un paziente privo totalmente o parzialmente di denti,  mediante l’utilizzo di impianti dentali ovverosia dispositivi, metallici e non, inseriti chirurgicamente nell’osso mandibolare o mascellare, o sopra di esso ma sotto la gengiva, atti a loro volta a permettere la connessione di protesi, fisse o mobili, per la restituzione della funzione masticatoria. Tali impianti possono essere di diverse forme, inseriti in diverse sedi con tecniche differenti e poi connessi alle protesi con diverse tempistiche.​
Attualmente gli impianti sono quasi tutti realizzati in titanio.​

Implantologia a carico immediato

Il più famoso trattamento di questo prende il nome (registrato) di All-on-4®. Il trattamento in termini di risultato finale è analogo a uno dei trattamenti più innovativi della storia dell’implantologia osseointegrata. La tecnica All-on-4® venne ideata per risolvere i casi in cui il severo riassorbimento dell’osso  nelle zone posteriori non permetteva l’inserimento d’impianti. Una volta inseriti i perni e le vito si può procedere con l’applicazione della protesi vera e propria, secondo modalità a carico immediato. Vuol dire che il medico applica subito la protesi, durante lo stesso intervento effettuato per l’inserimento degli impianti dentali.​

Implantologia moderna

L’implantologia moderna permette di sostituire i denti mancanti con radici artificiali in titanio, che si ancorano e si integrano nell’osso. Su queste radici si fabbricano poi i denti con il colore e la forma voluti. In questo modo si evita di sostituire i denti con apparecchi rimovibili. Alcune volte la scarso volume osseo impone degli interventi di ricostruzione ossea più complessi (tecniche di rigenerazione ossea, rialzo del seno mascellare).